entity
id:675034
revid:103716308
size:82531
Birmania
Error

Abstract

La Birmania (Alfabeto fonetico internazionale: ) o Myanmar (in lingua birmana: ဗမာ e မြန်မာ, Myanmar, Aiuto:IPA]), ufficialmente Repubblica dell'Unione del Myanmar (in birmano: ပြည်ထောင်စု သမ္မတ မြန်မာနိုင်ငံတော်, Pyidaunzu Thanmăda Myăma Nainngandaw) è uno Stato dell'Sud-est asiatico. Occupa parte della costa occidentale della Indocina, è affacciata sul Golfo del Bengala e sul Mare delle Andamane e confina da ovest a est con Bangladesh, India, Cina, Laos e Thailandia. Il 6 novembre 2005 la capitale è stata spostata da Yangon a Naypyidaw, che il 27 marzo 2006 è stata ufficialmente rinominata Naypyidaw, cioè "sede dei re".Dopo aver ottenuto l'indipendenza dal Regno Unito nel 1948, la Birmania è stata governata dapprima democraticamente, poi, in seguito a un colpo di Stato nel 1962, da una dittatura militare. A partire dal 2010, il governo militare birmano ha attuato una serie di graduali riforme politiche, instaurando un governo civile, scarcerando gli oppositori politici tra cui Aung San Suu Kyi, leader della Lega Nazionale per la Democrazia, e convocando libere elezioni parlamentari, parziali nel 2012 e Elezioni parlamentari in Birmania del 2015.Secondo il censimento del 2017, ha una popolazione di 55499500 abitanti. La maggioranza della popolazione è di etnia Birmani e di religione Buddhismo, ma vi sono anche numerose minoranze etniche, che sin dall'indipendenza sono state coinvolte in diversi conflitti armati con il governo centrale. Particolarmente criticato dalla comunità internazionale è il trattamento subito dalla minoranza etnica dei Rohingya, di religione musulmana, vittime di persecuzione e privazione della cittadinanza.Economicamente il Myanmar è ancora al 2016 uno dei paesi più poveri e meno sviluppati del pianeta e dopo decenni di stagnazione, embargo internazionale e isolamento economico, dal 2011 il paese sta registrando un forte sviluppo economico in tutti i settori, con picchi di crescita superiori all'8% annuo.
sections_text:
<empty>
Content:
Toponimo
Content:La denominazione Birmania deriva dal nome dello Stato in lingua locale colloquiale, Bama. In Lingua birmana, la Birmania è indicata tanto con Bama (/bəmà/) che con Myama (/mjəmà/). Myanma è la versione tipica del registro scritto e letterario, mentre Bama è la forma più diffusa, che rappresenta la versione colloquiale e da essa derivano gli Esonimo ed endonimo#Definizione Burma e Birmania.Secondo la propaganda del regime dittatoriale birmano il termine Burma sarebbe legato all'etnia maggioritaria dei Bamar, e quindi sgradita alle minoranze locali, mentre Myanmar, nome imposto dopo il colpo di Stato del 1988, sarebbe etnicamente neutro. Il nome Myanmar, deriva dal termine (relativo al registro linguistico formale) Myanma o Myama a cui, nel 1989, la giunta militare birmana aggiunse una "r" finale per facilitare la Fonologia della lingua inglese. Tale modificazione rientrò nel programma di revisione dei nomi previsto da una legge interna ratificata dal regime nel 1989: l'Adaptation of Expressions Law.Myanma (e quindi Myanmar) è la forma breve della denominazione ufficiale "Myanma Naingngandaw", File:Myanmar long form.svg in lingua birmana, e incominciò a diffondersi con l'arrivo dei Mongoli nel XIII secolo. Solo nel 1989 il nuovo nome venne imposto dalla giunta militare appena arrivata al potere, per sostituire Burma, nome ufficiale dal 1948 al 1989, come avvenne per la capitale di allora, Yangon, diventata ora Yangon.L'Unione europea usa entrambi i nomi: Myanmar/Burma. I governi di Regno Unito, Stati Uniti dAmerica, Canada e Australia hanno continuato ad usare la denominazione "Burma" (Birmania), mentre Organizzazione delle Nazioni Unite, Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico, Giappone, Cina e India hanno adottato il nome "Myanmar". La BBC, utilizzò esclusivamente Burma fino al 2014 facendo notare come gli etimologisti considerino le argomentazioni del regime del tutto false e inaccettabili, in quanto sia Myanma(r) che Burma provengono dalla stessa radice, hanno la stessa valenza semantica e sono stati utilizzati in modo intercambiabile per secoli., adottando comunque l'uso di "Myanmar" partire dal 2014. Similmente altri giornali statunitensi hanno adottato la dizione Myanmar, per esempio il Financial Times nel 2008, The New York Times nel 1989, l'Associated Press nel 2006.
Storia
Content:Si pensa che i Mon (gruppo etnico) siano stati i primi individui ad aver abitato le sponde del fiume Irrawaddy. Nel I secolo a.C. questa zona fu abitata dai Pyu, una popolazione dedita al commercio con Cina e India. Il regno Pyu più potente fu Sri Ksetra, che scomparve nel 656. Successivamente il regno dei pyu si ristabilì, ma verso la metà del IX secolo furono sconfitti dal Regno di Nanzhao, stabilito nell'attuale provincia cinese meridionale dello Yunnan.I birmani, o bamar, cominciarono a migrare verso la valle dell'Irrawaddy dal Tibet nel IX secolo. Nell'849, stabilirono il potente Regno di Pagan, che raggiunse grande splendore al tempo di re Anawratha (1044-1077), quando l'influenza dei birmani si espanse oltre i confini della Birmania attuale. Dal 1100 grandi parti dell'Indocina erano controllate dal Regno Pagan, che è chiamato comunemente primo impero birmano.Verso la fine del Duecento, le invasioni dei mongoli di Kublai Khan disgregarono il regno. Nel 1364 i birmani ristabilirono un proprio Stato con capitale ad Ava (Birmania):attuale Innwa in questo periodo la cultura birmana era in un'età d'oro. Nel 1527 gli Shan saccheggiarono Ava dopo che i mon si erano ristabiliti a Pegu (Bago), trasformata in un centro commerciale e religioso importante.I birmani fuggiti da Ava fondarono il Dinastia di Toungoo nel 1531, sotto il comando di re Tabinshwehti, che riunificò il Paese e fondò il secondo impero birmano. Grazie alla crescita dell'influenza europea nell'Asia Sud-Orientale, il regno si arricchì con gli scambi commerciali. Le ribellioni interne e la mancanza di risorse necessarie per controllare le nuove acquisizioni territoriali portarono alla rovina del Dinastia di Toungoo.Re Anaukpetlun, che aveva espulso gli invasori portoghesi, fondò una nuova dinastia ad Ava nel 1613. La ribellione interna dei mon, aiutati dai francesi, condusse alla rovina del regno nel 1752. Il capo del piccolo villaggio di Konbaung, Alaungpaya, riunificò il paese e costruì il terzo impero birmano. Stabilì la Dinastia di Konbaung e regnò dal 1752 al 1760.] Morì in seguito alle ferite riportate durante l'assedio di Ayutthaya, la capitale del regno di Ayutthaya. Il suo secondo figlio Hsinbyushin (1763-1776) ritornò ad Ayutthaya nel 1766; l'assedio durò 14 mesi e la città fu espugnata il 7 aprile del 1767 e rasa al suolo. I birmani non riuscirono a occupare capillarmente il Siam: venne lasciato un contingente limitato a presidiare i territori conquistati e il grosso delle truppe fu spostato ai confini orientali per fronteggiare un'invasione cinese.La Dinastia Qing della Cina, spaventata dalla crescita dell'influenza birmana, tentò di invaderla quattro volte dal 1766 al 1769 senza successo. L'impegno sostenuto per respingere le invasioni cinesi portarono alla perdita del controllo del Siam, che si riorganizzò nel nuovo regno di Thonburi, ma in quegli anni i birmani conquistarono l'Stato Rakhine e il Tenasserim. Nelle guerre anglo-birmane (1824-1826, 1851-1852 e 1885-1886), la Birmania fu sconfitta dai Regno Unito che la trasformarono in una provincia dell'India britannica, dalla quale si distaccò nel 1937.Durante la seconda guerra mondiale la Birmania divenne una parte importante nel teatro asiatico sudorientale. Dopo i successi iniziali, nel 1942 i giapponesi Conquista giapponese della Birmania e i britannici furono espulsi dalla maggior parte del territorio. Il paese divenne perciò indipendente sotto la guida di Aung San. Tuttavia, il contrattacco inglese nel luglio 1945 fece tornare il paese in mano britannica, con l'aiuto dell'AFPFL (Lega per la Libertà delle Persone Antifasciste), guidato da Aung San.Nel 1947, Aung San divenne vicepresidente del Consiglio esecutivo della Birmania, in un governo transitorio. Tuttavia, nel luglio 1947, alcuni rivali politici assassinarono Aung San e diversi membri politici. Il 4 gennaio 1948 la nazione si trasformò in una repubblica indipendente, conosciuta come Unione della Birmania, con Sao Shwe Thaik come primo presidente. U Nu fu il primo a ricoprire l'incarico di Primo Ministro. Con l'indipendenza arrivarono anche le richieste, avanzate dalle minoranze (chin (etnia), kachin, karen (etnia), mon (gruppo etnico) e shan), di uno Stato Federale, portate avanti con una guerriglia contro lo Stato, che rispose con una feroce repressione. Diversamente della maggior parte delle altre ex colonie britanniche, la Birmania non divenne membro del Commonwealth delle nazioni.Nel 1961 U Thant, allora rappresentante permanente della Birmania alle Organizzazione delle Nazioni Unite e Segretario precedente al Primo Ministro, fu scelto come segretario generale per l'Organizzazione delle Nazioni Unite; era il primo presidente non occidentale che dirigeva l'organizzazione internazionale. Il governo democratico fu destituito nel 1962 da un colpo di Stato militare condotto dal generale Ne Win. Tra i gruppi d'opposizione alla dittatura militare birmana, il più importante è stato il Partito Comunista di Birmania, che è stato legale solo per tre anni (1945-1948). Schieratosi con i cinesi al momento della scissione del movimento internazionale, il CPB ha avviato una guerriglia che è durata fino agli anni novanta, quando la repressione militare costrinse i vertici del partito a scappare in Cina.Nel 1988, dopo le rivolte studentesche (rivolta 8888), che provocarono migliaia di morti, Ne Win si dimise e fu proclamata la legge marziale, mentre il generale Saw Maung organizzò un altro colpo di Stato. I programmi per le elezioni dell'Assemblea popolare finirono il 31 maggio 1989.Nel 1990, si tennero per la prima volta in 30 anni le elezioni libere. Il NLD (Lega Nazionale per la Democrazia), il partito di Aung San Suu Kyi, Premio Nobel per la pace nel 1991, e figlia di Aung San, portò all'Assemblea Costituente 392 membri su un totale di 485, ma lo SLORC (Consiglio di restaurazione della legge e dell'ordine di stato), spalleggiato dall'Esercito, si rifiutò di cedere il potere, rovesciando l'assemblea popolare e arrestando Aung San Suu Kyi e altri leader dell'NLD. Successivamente si cambiò il nome Birmania in Myanmar. Da allora comincia un periodo molto difficile per Aung San Suu Kyi, che, rimessa in libertà nel 1995, viene nuovamente arrestata nel 2000; liberata nel 2002, e nuovamente arrestata nel 2003. Viene definitivamente liberata il 13 novembre 2010.File:Miliziani birmani dell'etnia Pao.jpg: Nel novembre 2005, la giunta militare cominciò a spostare il governo da Yangon (Rangoon) ad un nuovo sito vicino a Kyatpyay proprio fuori Naypyidaw, che fu designato come nuova capitale. Nel giorno della Forze Armate (27 marzo 2006), la nuova capitale fu ufficialmente nominata Naypyidaw (letteralmente "Città reale" o "Sede dei re").Con l'acuirsi delle sanzioni internazionali, la giunta militare concesse nel 2008 un referendum costituzionale, che ha dato luogo alla nuova Costituzione, giudicata antidemocratica dai partiti di opposizione, in quanto riserva alle forze armate il 25% dei seggi in Parlamento. Le nuove elezioni Elezioni parlamentari in Birmania del 2010, e furono le prime nel paese dal 1990. Tali elezioni furono boicottate dalla Lega Nazionale per la Democrazia di Aung San Suu Kyi e considerate non libere dalla comunità internazionale, Unione europea e Stati Uniti dAmerica in particolare. Il 9 novembre 2010 la giunta militare dichiarò che il partito sostenuto dai militari, l'USDP (Partito dell'Unione della Solidarietà e dello Sviluppo) aveva ottenuto l'80% dei voti. Le elezioni furono gravemente contestate anche per i massicci brogli che le contraddistinsero, testimoniati dai pochi osservatori presentiDopo le elezioni, il governo ha concesso diverse riforme atte a ottenere una democrazia liberale, un'economia mista e la riconciliazione nazionale. Oltre al rilascio di Aung San Suu Kyi, fu istituita una Commissione Nazionale per i Diritti Civili, furono liberati 200 prigionieri politici, vennero promulgate leggi sul lavoro che garantivano la formazione del sindacato e il permesso di sciopero e venne allentata la censura sulla libertà di stampa.Le conseguenze di tali riforme hanno aperto una nuova fase politica per il paese. Il Segretario di Stato statunitense Hillary Clinton ha visitato il paese nel dicembre del 2011, nella prima visita ufficiale statunitense degli ultimi 50 anni, e ha incontrato il presidente birmano Thein Sein e la leader dell'opposizione Daw Aung San Suu Kyi, la cui Lega Nazionale per la Democrazia è stata ammessa alle nuove elezioni parlamentari del 2012.Il 1º aprile del 2012, si sono tenute elezioni parlamentari parziali che distribuivano però solo 46 seggi parlamentari vacanti, mentre la maggioranza dei seggi restava occupata da militari e membri dell'USDP eletti nel 2010. Malgrado l'esiguo risvolto numerico, le nuove elezioni hanno avuto un importante significato politico con la partecipazione dell'NLD di Aung San Suu Kyi, che ha trionfato conquistando 43 dei 46 seggi disponibili.L'8 novembre 2015 si sono svolte nuove Elezioni parlamentari in Birmania del 2015 per rinnovare i seggi del parlamento elettivi (il 25% dei seggi resta riservato a membri nominati dalle forze armate). Le elezioni, giudicate le più democratiche dal 1990, hanno visto la vittoria della Lega Nazionale per la Democrazia di Aung San Suu Kyi.
Geografia
Content:La Birmania confina a ovest con Bangladesh e India, a nord-est con la Cina e a Est con la Thailandia e con il Laos. È grande 678.500km² ed è lo Stato più grande dell'IndocinaSe si considera invece l'intero Sud-est asiatico, lo stato più grande è l'Indonesia, tre volte più estesa. È grande il doppio dell'Italia, poco più grande dell'Afghanistan e poco meno dello Zambia. È attraversata dal tropico del Cancro.
Morfologia
Content:File:Burma topo en.jpg: Il territorio può essere diviso in cinque parti dal punto di vista fisico: le montagne del nord, quelle dell'ovest, l'altopiano dell'est, il bacino centrale e la zona costiera.Al nord le vette sono aspre ed elevate e si innestano direttamente nell'Himalaya, di cui costituiscono l'estremo contrafforte. Nella zona occidentale invece le catene sono meno elevate.A est si estende l'altopiano di Shan, arido e incolto nella sua parte settentrionale, ricco di foresta tropicale in quella meridionale. Verso ovest l'altopiano scende a strapiombo mentre verso Sud esso si prolunga in rilievi che formano la zona costiera del Tenasserim.La zona costiera procedendo da nord verso sud presenta coste alte e frastagliate, bagnate dal golfo del Bengala; il delta dell'Irrawaddy e le pianure costiere si affacciano sul golfo di Martaban,nella parte più meridionale le coste ridivengono alte e rocciose.
Idrografia
Content:L'idrografia è dominata dal fiume Irrawaddy, che si estende per circa 2.200km, e che attraversa il Paese da Nord a Sud; navigabile per circa 1450km, sfocia con un ampio delta, di 9 diramazioni, nel golfo di Martaban, dove sbocca anche il Sittang. Il grande Delta dellIrrawaddy, costituisce un territorio ideale per la coltura del riso, tale da potere soddisfare l'intero fabbisogno del Paese, mentre il fiume stesso rappresenta un'importante via di comunicazione, attraverso la quale viaggiano tuttora le merci, specie legni pregiati, ed esotici. Il territorio è attraversato anche dal Saluen, che è più lungo dell'Irrawaddy (quasi 2850km), ma scarsamente navigabile, a causa della ridotta profondità, e lungo il quale il pregiato legno teak viene convogliato dall'altopiano dello Shan fino ai porti, e che attraversa la Birmania solo nel suo ultimo tratto; poi abbiamo il Chindwin, la cui percorribilità dipende ampiamente dalla stagione delle piogge, e che è il principale affluente dell'Irrawaddy, dove confluisce all'altezza di Mandalay. Infine, vi è il fiume Mekong, che segna il confine con il Laos.È bagnata dal Mar delle Andamane e dal Golfo del Bengala, quindi è stata investita dallo tsunami del 26 dicembre 2004, che ha provocato 61 morti. Non ci sono lago notevoli dal punto di vista idrografico, mentre è molto importante il lago Inle: meta di grande interesse turistico che si stende a circa 900 metri di altezza nella parte occidentale dell'altipiano Shan.
Clima
Content:Il clima dipende dal regime monsone sulla costa, con temperature abbastanza alte e piogge abbondanti durante la stagione estiva. Durante la inverno i vento portano temperature fredde e secche, mentre d'estate portano il caldo e l'umidità. Raramente, la Birmania è attraversata dai cicloni tropicali; nel 2008, il Ciclone Nargis provocò più di 80000 morti.Nelle pianure centrali e sull'altopiano il clima è di tipo clima continentale, con scarse precipitazioni. Sulle coste le piogge raggiungono anche 5000mm annui.
Società
Content:La popolazione birmana è molto composita e l'integrazione dei vari gruppo etnico è di difficile attuazione. I bamar, detti anche birmani, costituiscono il 69% della popolazione; abbastanza consistente è anche l'immigrazione di commercianti cinesi, pakistani, thailandesi e indiani.Le 135 "etnie della nazione" sono raggruppate principalmente in base a dove sono stanziate piuttosto che per le differenze etnico/linguistiche, come ad esempio avviene per lo Stato Shan, comprendente trentatré popolazioni che parlano linguaggi di almeno quattro diverse famiglie linguistiche.Gli shan parlano una Lingue tai, i lahu parlano una Lingue tibeto-birmane, i khmu parlano una lingue mon khmer, e gli Yao (popolo) parlano una Lingue hmong-mien.La popolazione ha subito un notevole incremento passando dai 13 milioni del 1921 ai 24 del 1964 ai 44.596.000 del 1993, ai 45.976.000 nel 2001, ai 51.000.000 nel 2006. L'aspettativa di vita è di 58,4 anni per i maschi e di 64,2 anni per le donne (dati 2006); la mortalità infantile è del 69 per mille (Dati del 2006), che portano la Birmania nella fascia dei paesi a basso sviluppo umano. Quasi il 70% della popolazione vive in villaggi (dati 2005). Grazie all'impegno per l'istruzione l'analfabetismo è stato ridotto al 15,3%.
Etnie
Content:La Birmania è uno stato multilingue e multietnico, non vi sono tuttavia statistiche certe e aggiornate sulla popolazione e sulla sua composizione. L'ultimo censimento complessivo, ancorché controverso, risale al 1931.Ufficialmente lo stato riconosce 8 gruppi etnici principali a loro volta suddivisi in 135 gruppi etnici indigeni.;Etnie principali
Religione
Content:Tableheader:class="wikitable"style:"background:#EFEFEF"Gruppo etnicoNumero individuiPercentuale1Bamar35.190.00069%2Shan4.590.0009%3Karen (etnia)3.570.0007%4Rakhine2.040.0004%5Cinesi1.530.0003%6Chin (etnia)1.500.0002,94%7Mon (gruppo etnico)1.390.0002,73%8Indiani1.200.0002,35%9Altri2.040.0004% File:Young monk.jpg: La Birmania è un paese multi-religioso. Quella Buddhismo Theravada è la tradizione buddhista più diffusa, a cui sono state aggiunte credenze locali. Secondo il governo militare, è praticata dall'89% della popolazione, specialmente fra Bamar, Rakhine, Shan, Mon e Cinesi.Il Cristianesimo è praticato dal 4% della popolazione, principalmente presso i Kachin, Chin (etnia) e i Karen (etnia), a causa del lavoro missionario nelle loro rispettive aree. Circa tre quarti dei cristiani del paese sono Protestantesimo, in particolare Battismo della Myanmar Baptist Convention; i Cattolicesimo compongono il resto.L'Islam, principalmente Sunnismo, è praticato dal 4% della popolazione secondo il censimento del governo.Le popolazioni cristiane e musulmane sono di fronte a una persecuzione religiosa. Il governo militare ha revocato la cittadinanza dei musulmani Rohingya nel Rakhine settentrionale e ha attaccato le minoranze etniche cristiane. Tale persecuzione è particolarmente evidente nella Birmania orientale, dove più di 3.000 villaggi sono stati distrutti negli ultimi dieci anni.
Lingue
Content:In Birmania coesistono quattro dei maggiori ceppi linguistici: Lingue sinotibetane, Lingue austronesiane, Lingue tai-kadai e Lingue indoeuropee. Le lingue sinotibetane sono le più parlate. Esse includono Lingua birmana, Lingua karen, Jingpo, chin e Lingua cinese. L'idioma tai-kadai maggiormente diffuso è lo shan. Lingua mon, palaung e Va (popolo) sono le più diffuse lingue austroasiatiche parlate in Birmania. Le due maggiori indoeuropee sono il pāli, la lingua liturgica del buddhismo theravāda, e l'Lingua inglese.La lingua ufficiale è il Lingua birmana, appartenente alla famiglia delle lingue sinotibetane. Il sistema di scrittura è formato da lettere circolari o semi-circolari importate dai Mon. Le prime iscrizioni in questo alfabeto risalgono all'1000. Anche Shan e Karen usano questi caratteri particolari, anche se aggiungono vari accenti non presenti nella lingua birmana.
Ordinamento dello Stato
Content:File:MyanmarEthnolinguisticMap1972.jpg:
Suddivisioni amministrative
Content:
Divisioni amministrative di primo livello
Content:File:Myanmar-Divisions and States.png: File:SAZs & SAD of Burma.png: La suddivisione amministrativa di primo livello della Birmania è composta da: @an0:တိုင်းဒေသကြီး@an0:táɪɴ dèθa̰ dʑí@an0:Euro-Burma Office Election Monitor - 21 to 27 August 2010url: https://web.archive.org/web/20130415110541/http://euro-burma.eu/doc/EM_No_38_-_01-09-10.pdfdata:15 aprile 2013@an0:etnia birmana@an0:karen@an0:ကိုယ်ပိုင်အုပ်ချုပ်ခွင့်ရဒေသ@an0:kòbàɪɴ ʔoʊʔtɕʰoʊʔ kʰwɪ̰ɴja̰ dèθa̰@an0:ကိုယ်ပိုင်အုပ်ချုပ်ခွင့်ရ တိုင်း@an0:kòbàɪɴ ʔoʊʔtɕʰoʊʔ kʰwɪ̰ɴja̰ táɪɴ;Regioni e Stati ; Territorio dell'Unione @an0:Torn Between Two Capitals ;Zone auto-amministrate ;Divisione auto-amministrata
Divisioni amministrative di secondo livello
Content:Le divisioni di primo livello sono suddivise in un totale di 67 distretti della Birmania (in birmano: , trascrizione IPA: )
Divisioni amministrative di terzo livello
Content:I distretti si suddividono in Township#.C2.A0Birmania (in lingua birmana: , trascrizione IPA: ). A tutto il dicembre del 2007, esistevano nel paese 325 township. , documento PDF su burmalibrary.org I territori delle township si suddividono a loro volta nelle municipalità del paese, che possono essere città, Ward (suddivisione elettorale) o villaggi.
Città principali
Content:
Istituzioni
Content:
Ordinamento scolastico
Content:La tradizione birmana è sempre stata legata a una scuola piuttosto rigida. Nei villaggi l'istruzione prende luogo nei monasteri. Questo scritto è anche usato per il Lingua pali, la lingua ufficiale del Buddhismo Theravāda, quella parte del Buddhismo che unisce la religione e l'istruzione.
Forze armate
Content:Le forze militari della Birmania, dette Tatmadaw, contano, (al 2018), 406.000 militari e 107.250 paramilitari per un totale di 513.250 soldati. Le spese militari ammontano, (al 2018), a 2.400.000.000 $. L'Esercito conta 5687 attrezzi tra guerra corazzata e pezzi dartiglieria. La Marina gestisce 125 navi. L'Aeronautica, invece, può contare su 282 velivolo.(I dati sugli armamenti militari sono tutti aggiornati al 2018).
Politica
Content:
Politica interna
Content:L'Unione di Birmania è stata governata per anni da un regime militare.Sulla cui carenza anche di presentabilità mediatica, cfr. Tonkin, Derek, "The 1990 Elections in Myanmar: Broken Promises or a Failure of Communication?", in Contemporary Southeast Asia: A Journal of International & Strategic Affairs, 29, no. 1 (April 2007): 33-54. Eletta nel 1990, l'Assemblea Popolare formò la Coalizione Nazionale per lAmministrazione dellUnione della Birmania (NCGUB), che è stata per anni in esiliohttps://www.cia.gov/redirects/ciaredirect.html; Ha sede a Rockville (Maryland), Stati Uniti dAmerica e operava per la democrazia nello Stato comandato da Sein Win, un cugino di Aung San Suu Kyi. Il Coalizione Nazionale per lAmministrazione dellUnione della Birmania aveva limitati poteri ed era bandito in Birmania.L'attuale presidente della repubblica (la cui carica istituzionale è stata reintrodotta nel 2011) è l'ex-generale Thein Sein, che nel 2010 rassegnò le dimissioni dall'esercito per guidare da civile il Partito dell'Unione per la Solidarietà e lo Sviluppo. Prima di lui, il Presidente del Consiglio di Stato per la Pace e lo Sviluppo (che sostanzialmente aveva anche i poteri dell'attuale presidente della repubblica) era il generale Than Shwe, "Dittatore" che rimase in carica dal 23 aprile 1992 al 30 marzo 2011. La maggior parte dei ministero erano capeggiati da ufficiali dell'esercito, con le eccezioni del Ministero della Sanità, del Ministero dell'Educazione e del Ministero del Lavoro, che erano in mano a civili.I partiti politici importanti in Birmania sono la Lega Nazionale per la Democrazia e la Lega Democratica Shan, anche se le loro attività sono regolate dal regime. Esistono molti altri partiti, rappresentanti spesso gli interessi delle minoranze etnia. C'è poca tolleranza per l'opposizione politica e molti partiti sono stati proscritti. Il partito nazionale dell'unità rappresenta i militari ed è sostenuto da un'organizzazione totalitaria chiamata l'Associazione di Solidarietà e dello Sviluppo del Sindacato. Secondo parecchie organizzazioni, compreso Amnesty International, il regime ha poca considerazione dei diritti delluomo. Non c'è ordinamento giudiziario indipendente in Birmania e l'opposizione politica al governo militare non è tollerata.Nel 1989, l'esercito birmano represse violentemente le proteste contro la cattiva gestione economica e l'oppressione politica. L'episodio più cruento avvenne l'8 agosto 1988, quando i militari aprirono il fuoco contro rivoltosi in quella che è conosciuta come rivolta 8888. Nonostante gli insuccessi delle rivolte, le proteste del 1988 hanno aperto la strada per le elezioni dell'Assemblea della gente, nel 1990. I risultati dell'elezione successivamente sono stati invalidati dal regime. La lega nazionale per la democrazia, condotta da Aung San Suu Kyi, ha ottenuto più del 60% dei voti e più dell'80% delle sedi parlamentari nell'elezione nel 1990, tenuta per la prima volta dopo 30 anni.Aung San Suu Kyi ha guadagnato l'elogio internazionale come attivista per il ritorno del governo democratico in Birmania, ricevendo il Premio Nobel per la pace nel 1991. È stata condannata agli arresti domiciliari, che ha terminato di scontare definitivamente il 13 novembre 2010.La situazione della Birmania è stata riferita al Consiglio di sicurezza dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per la prima volta nel dicembre 2005 per una consultazione informale. L'ASEAN inoltre ha dichiarato la relativa frustrazione con il governo della Birmania] e ha formato il Comitato Inter-Parlamento per richiamare la mancanza di democrazia nel paese. Un cambiamento radicale nella situazione politica del paese rimane improbabile a causa del sostegno garantito da vicini influenti, in particolare della Cina. Tuttavia si stanno facendo progressi per il processo di democratizzazione.Tableheader:class="wikitable" style="margin:auto;clear:both;"colspan:"2"%style:"background:#EFEFEF"Votanti eleggibili20.818.313rowspan:"2"SeggiNel novembre del 2010 si sono tenute nuove elezioni, definite da tutto il mondo una farsa e alle quali è stata impedita la partecipazione di Aung San Suu Kyi, che è stata liberata il 13 novembre 2010, dopo le elezioni-farsa appunto.Il 31 gennaio 2011, più di 600 deputati hanno riempito le due Camere, "Hluttaws", nella sessione d'apertura, con il compito di scegliere il primo presidente civile del Myanmar, la ex Birmania, da quando il colpo di Stato del 1962 ha dato il via a 49 anni di ininterrotta dittatura militare. La giunta militare al potere ha salutato la legislatura come l'alba di una nuova democrazia ma i critici l'hanno invece bocciata come una farsa che lascia al potere gli stessi generali autoritari. E il nuovo governo avrà probabilmente la stessa morsa sui dissidenti del vecchio. I parlamentari hanno eletto presidente e vicepresidente di ogni Camera nella sessione inaugurale, con tre dei quattro incarichi andati a militari in pensione. La sorpresa maggiore è stata l'elezione a presidente della Camera bassa del numero tre della giunta Thura Shwe Mann, militare di carriera. La Costituzione del Myanmar prevede che i militari possano designare il 25% dei membri del Parlamento. Oltre al 25% dei militari, la giunta militare che guida il paese asiatico dagli anni sessanta conta sul 77% dei parlamentari eletti, membri dell'Unione per la solidarietà e lo sviluppo (Usdp), partito filo-giunta. Il 4 febbraio 2011 è stato eletto il primo presidente civile del paese da quando i militari presero il potere nel 1962, si tratta dell'ex generale e ex primo ministro Thein Sein.L'8 novembre 2015 si sono tenute le prime Elezioni parlamentari in Birmania del 2015 generali libere dal 1990, che hanno visto la vittoria dellaLega Nazionale per la Democrazia di Aung San Suu Kyi. Il 1º febbraio 2016, è stato convocato per la prima volta dopo 50 anni il Parlamento eletto da libere elezioni.Alla Camera dei Rappresentanti l’NLD ha ottenuto 255 seggi su 440. Mentre alla Camera delle Nazionalità ne ha ottenuti 135, pari al 60,27% dei 224 seggi. L’USDP, il partito di opposizione che ha guidato il Paese fino alle elezioni del 2015, ha subito una sconfitta travolgente, conquistando solo 30 seggi, pari al 6,82% alla Camera dei Rappresentanti e 11 seggi, pari al 4,46%, alla Camera delle Nazionalità. Interessante anche il dato negli Stati Etnici: con la sola eccezione dello Stato Shan, il partito di Aung San Suu Kyi ha ovunque ottenuto la maggioranza dei voti.RISULTATI ELEZIONI 8 NOVEMBRE 2015CAMERA DEI RAPPRESENTANTI (Phyitu Hluttaw): Tableheader:NLD (255) USDP (30) ANP (12) SNLD (12) PNO (3) TNP (3) LNDP (2) ZCD (2) KSDP (1) KDUP (1) WDP (1) Indipendenti (1) Vacanti (7) Militari (110) ;CAMERA DELLE NAZIONALITÀ (Amyotha Hluttaw):
Politica estera
Content:Tableheader:NLD (135) USDP (11) ANP (10) SNLD (3) TNP (2) ZCD (2) MNP (1) NUP (1) PONO (1) Indipendenti (2) Militari (56) I rapporti esteri della Birmania sono abbastanza difficili. Gli Stati Uniti dAmerica hanno imposto sanzioni a causa del severo e illiberale modo di governare del regime militare instaurato nel 1988. Molte penalizzazioni economiche sono state causate dalle repressioni delle proteste nello stesso anno, dalle instabilità etniche che portano a conflitti fra il governo e i Karen (etnia) e gli Shan e dalla quasi totale mancanza di democrazia.L'Unione europea ha tagliato i commerci con lo Stato e ha tolto qualsiasi aiuto economico, tranne quello Aiuti umanitari. Le sanzioni europee e statunitensi contro il regime militare e le pressioni dei democratici Birmani, hanno costretto molte aziende occidentali a lasciare la Birmania. L'azienda petrolifera Total (azienda) venne messa sotto inchiesta dalla magistratura belga a causa di denunce sporte nel 2002 da rifugiati birmani « secondo i quali la Total (azienda) avrebbe utilizzato manodopera forzata fornita dalla giunta militare al potere in Birmania - accusata di crimini contro l'umanità - per la costruzione di un gasdotto.». Più specificatamente «La denuncia è diretta contro l'azienda, il suo ex responsabile Thierry Desmarest e l'ex direttore delle operazioni della Total in Birmania, Hervé Madeo: a loro viene contestato il sostegno logistico e finanziario fornito negli anni novanta alla giunta militare, che avrebbe a sua volta messo a disposizione manodopera forzata per la realizzazione dei progetti petroliferi.» altre denunce simili vennero fatte anche in Francia da lavoratori birmani. Le società asiatiche, comunque, hanno deciso di continuare a investirvi e ad aprirvi nuove aziende, soprattutto basate sull'estrazione di gas naturale.L'ASEAN non difenderà la Birmania in nessuna conferenza internazionale conseguente un rifiuto del regime militare di restaurare la democrazia. Nell'aprile 2007 il ministro degli esteri malese Ahmad Shabery Cheek disse che né il suo Stato, né tantomeno l'ASEAN avrebbero aiutato il paese e affermò: «Adesso la Birmania deve difendersi da sola se verrà coinvolta in una discussione in qualsiasi conferenza mondiale». Stava rispondendo al capo dell'opposizione Lim Kit Siang. Lim aveva detto che la Malaysia dovrebbe giocare un ruolo produttivo nelle iniziative regionali finalizzate a portare un cambiamento in Birmania e far notare la situazione dello Stato al Consiglio di Sicurezza dellONU.Le sanzioni da parte della Comunità Europea sono state rimosse quasi totalmente già dal 2011, fermo restando quelle su tutto ciò che ha a che fare con industria bellica e armamenti.
Economia
Content:File:K1000obverse.png: File:Bonchaungyangon.jpg: La sua moneta ufficiale è il Kyat birmano (al 13 novembre 2015 1euro = 1380,86 kyat]). Raffigurato su tutti i tagli della cartamoneta il "Chinze", la statua tradizionale. Gli altri valori di cartamoneta sono 5, 10, 50, 100, 200, 500, 1000 Kyats e (dal 1º ottobre 2009) anche la banconota da 5000 Kyats.La Birmania è una delle nazione più povere al mondo, perché nella storia recente ci sono stati ristagno economico, cattiva gestione e isolamento. Il prodotto interno lordo della Birmania cresce annualmente soltanto del 2.9% (il ritmo più basso della Indocina).Dal 1948, dopo l'instaurazione del primo governo militare, il Primo Ministro U Nu tentò di fare della Birmania uno Stato abbastanza ricco. Il colpo di Stato nel 1962 fu seguito da uno schema economico socialismo, un programma per far controllare allo Stato tutte le aziende, con l'eccezione di quelle agricoltura.Nel 1989, il governo birmano ha cominciato a decentralizzare il controllo economico. Da allora si è iniziato a liberalizzare determinati settori dell'economia. Le industrie lucrative delle gemma (mineralogia), la lavorazione del petrolio e la selvicoltura rimangono ancora severamente regolate. Recentemente sono state sfruttate dalle società straniere che si sono associati con il governo per accedere alle risorse naturali della Birmania.Sotto la gestione britannica, la Birmania era una delle colonia (territorio) più ricche. Era il più grande esportatore del mondo di Oryza sativa e durante l'amministrazione britannica era un importante fornitore di petrolio con il Burman Oil Company. Produceva il 75% del teck nel mondo e il paese si credeva sulla via veloce per lo sviluppo., la Birmania ha delle infrastrutture insufficienti. Le merci viaggiano soprattutto attraverso il confine birmano-thailandese, da dove la maggior parte delle droga illegali sono esportate. Un'importante "autostrada" è il fiume Irrawaddy. Le ferrovie sono vecchie e rudimentali, con poche riparazioni dalla loro costruzione, nel XIX secolo. Le strade principali non sono normalmente asfalto, tranne nelle città principali.Dal 2011 però il paese si è aperto al libero mercato, ed ha fatto registrare alti tassi di crescita economica intorno all'8%; la crescita economica si è aperta a ventaglio in tutti i settori (turismo, esportazioni di gas naturale, telecomunicazioni, idrocarburi, settore immobiliare, alberghiero, manifatturiero e tessile)http://www.ispionline.it/it/pubblicazione/myanmar-le-ragioni-del-boom-economico-14112; secondo stime l'economia birmana potrebbe quadruplicare entro il 2030 soprattutto grazie al settore dell'industria ad alta tecnologiahttp://investvine.com/myanmars-economy-to-quadruple-by-2030/.
Settore primario
Content:Il settore primario occupa il 63% della popolazione attiva e risulta fornire il 57,2% (2000) del prodotto interno lordo della nazione. Il Riso (alimento) è il prodotto agricolo più coltivato e dunque la Birmania è tra i maggiori produttori mondiali (22 milioni di tonnellate il 2005), ma nelle regioni settentrionali, che sono più aride, si coltivano altri cereali (frumento, Panicum miliaceum, Sorghum vulgare), Solanum tuberosum, legumi e canna da zucchero. Le terre coltivate sono il 16,7% del totale del territorio, sui 2/3 delle terre arabili è praticata la risicoltura e la meccanizzazione dell'agricoltura è solo agli inizi.File:Baganmyo.jpg: Sulle montagne nordorientali, vicino ai confini con Laos e Thailandia, è diffusa la coltivazione di oppio (da cui si ricavano eroina e morfina) nel cosiddetto Triangolo doro. È consistente il patrimonio dato dall'allevamento di bovini e anche la pesca fornisce un buon reddito. Le foreste del Tenasserim, e degli stati Karen (etnia) e Shan forniscono pregiati legname, tra cui il teak, di cui la Birmania è il principale produttore mondiale, il bambù e il pynkado. Lungo il litorale del Tenasserim ci sono grandi colture di Hevea brasiliensis.
Settore secondario
Content:Discrete sono le riserve petrolio che si trovano nelle isole costiere e nella zona centrale; un oleodotto unisce per 400km i pozzi di Syriam e Rangoon. La Birmania ha petrolio per 50 milioni di barili stimati e riserve per miliardi di barili anche se ad alto contenuto di zolfo,http://www.msnbc.msn.com/id/21115513/site/newsweek/ inoltre ha il più grande quantitativo provato di gas del Sud-est asiatico, cioè 510 miliardi di metri cubi.Secondo dati 2004 della British Petroleum la Birmania ha il 1,37% delle riserve di gas naturale mondiale. Per concretizzare il dato, l'Algeria da cui l'Italia importa più di un terzo del gas naturale, ha il 2,6% di riserve mondiali, la Russia è il paese con maggiori riserve al mondo con il 27% delle riserve mondiali e anche da questo l'Italia importa gas.Importante è l'estrazione di gas naturale lungo l'Irrawaddy e sulla costa del golfo di Martaban. Si estraggono poi piombo, zinco, Stagno (elemento chimico) e tungsteno. Buoni ricavi dall'esportazione provengono dai rubino (estratti nelle miniere di Mogok), che in Birmania sono pregiatissimi e sono considerati tra i migliori del mondo. Importante è anche l'esportazione del Teck. Le industrie non sono molto sviluppate. Ci sono stabilimenti tessili, alimentari ma anche industrie pesanti come quelle cementizie, metallifere e belliche.
Settore terziario
Content:La banca centrale è la Central Bank of Myanmar. A Yangon è attiva una borsa di valori. È in crescita il turismo, attirato da un patrimonio artistico di prim'ordine costituito da templi, monastero e monumenti funerari. Nonostante ciò, meno di 750.000 turisti entravano annualmente nel paese, fino al 2011. Prima della liberalizzazione della vita politica, Aung San Suu Kyi aveva richiesto ai turisti internazionali di non visitare la Birmania, dove una grande parte delle infrastrutture e delle agenzie turistiche utilizzate dai circuiti internazionali era controllata da imprese di stato in mano ai militari. La giunta militare utilizzò anche i lavori forzati per risistemare le destinazioni turistiche e per questo ci furono pesanti critiche da parte delle associazioni in difesa dei diritti umani. Il turismo è stato promosso da una minoranza di gruppi di pressione al fine di procurare benefici ai cittadini birmani, e per evitare l'isolamento del paese dal resto del mondo. «Crediamo che un misurato, responsabile turismo può creare più benefici che danni. Dato che i turisti sono pienamente consapevoli della situazione e come massimizzare il loro impatto positivo e minimizzare quello negativo, sentiamo che la visita possa essere benefica dopotutto. I turisti responsabili possono aiutare primariamente la Birmania portando soldi alle comunità e alle piccole imprese, e spargendo nel mondo la conoscenza della situazione.» afferma Voices for Burma, un gruppo che promuove la democrazia per lo Stato.; dal 2011 però con la recente liberalizzazione economica il settore è in forte ascesa; si è passati in tre anni dai 816.369 arrivi del 2011 ai 3.081.412 del 2014 ed entro il 2020 il paese ha l'obiettivo di superare i 7 milioni di turisti annuihttp://www.irrawaddy.com/burma/amid-burma-tourism-boom-calls-govt-aid-development.html.I principali partner commerciali sono Thailandia, Cina, India, Giappone, Singapore e Malaysia.
Ambiente
Content:I diversi habitat del paese hanno favorito una natura estremamente ricca e variegata: acque salmastre e mangrovie lungo la costa, strani connubi di foresta tropicale e habitat montani più freschi a nord. Le pianure centrali (la zona secca) sono invece per lo più ricoperte di risaie.
Flora
Content:Come nel resto dell'Ecozona orientale, la vegetazione endemica del Myanmar si può in genere suddividere in due tipi di foresta tropicale: la Foresta secca di latifoglie tropicale e subtropicale (caratterizzata da una stagione secca di tre o più mesi) e la Foresta pluviale tropicale (che riceve precipitazioni per più di nove mesi l'anno). Si dice che il paese possegga oltre un migliaio di specie vegetali endemiche.Le Foresta secca di latifoglie tropicale e subtropicale sono contraddistinte da alberi decidui che perdono le foglie durante la stagione secca, mentre gli alberi della Foresta pluviale tropicale sono in genere sempreverdi. La regione compresa tra Yangon e Myitkyina è occupata prevalentemente da foreste monsoniche, mentre il Regione di Tanintharyi fino a sud di Moulmein (Moulmein) è ricoperto soprattutto da foreste pluviali. Non esiste tuttavia un confine ben definito fra le due aree e in molti punti è presente una mescolanza di vegetazione monsonica e pluviale.La flora della Himalaya, a nord del Tropico del Cancro, è caratterizzata fino a 2000 m di quota da una foresta subtropicale di latifoglie sempreverdi; nella fascia tra 2000 e 3000m sono invece presenti Foreste di latifoglie e foreste miste temperate, mentre al di sopra dei 3000m troviamo Foreste di conifere tropicali e subtropicali che cedono il passo agli Praterie e boscaglie montane a mano a mano che si sale di quota.Lungo le coste di Stato Rakhine (Arakan) e Regione di Tanintharyi, si trovano Mangrovia negli estuari dei fiumi, nelle lagune, nei canali di marea e lungo le isole basse. Qui la vegetazione è caratterizzata dalle mangrovie e altri alberi che vivono nel fango e sopportano la salinità dell'acqua di mare. Lungo le spiagge e le dune di sabbia delle medesime coste, ma al di sopra del livello delle maree, troviamo una foresta di Arecaceae, Hibiscus, Casuarina e altri alberi in grado di resistere a forti venti e a occasionali mareggiate.La flora del Myanmar vanta un'incredibile varietà di alberi da frutta, più di 25.000 specie di fiori e numerosi alberi tropicali e bambù. La Canna indica e il rattan sono anch'essi abbondanti.Il paese detiene il 75% delle riserve mondiali di Tectona, un albero meglio noto col nome di tek (kyun in Lingua birmana). Questo legno compatto, resistente e assai pregiato costituisce la più importante voce delle esportazioni del Myanmar: i suoi principali acquirenti sono Cina, Singapore e India
Fauna
Content:Quando Marco Polo, nel XIII secolo, descrisse il Myanmar, narrò di «...vaste giungle piene di elefanti, unicorni e altri animali selvatici». Senza dubbio l'ambiente naturale del paese è molto cambiato da allora, ma è difficile stabilire in che misura questo mutamento sia avvenuto. Si ritiene che il Myanmar ospiti attualmente 300 specie di Mammalia, 687 Aves, 262 tipi di Reptilia e 80 varietà di Amphibia; 94 specie sono a rischio di estinzione, tra cui la Panthera tigris, due varietà di Rhinocerotidae e il Ailurus fulgens.Lo studio più completo sulla fauna birmana fu elaborato tra il 1912 e il 1921 dalla Bombay Natural History Society e pubblicato con il titolo Mammal Survey of India, Burma and Ceylon, mentre il più «recente» saggio disponibile, The Wild Animals of Burma, risale al 1967, ma non contiene altro che brani estratti da vari studi realizzati da ricercatori inglesi tra il 1912 e il 1941, con alcune note del 1961. Negli ultimi anni la Wildlife Conservation Society con sede negli Stati Uniti ha intrapreso una serie di indagini in zone ristrette del paese (soprattutto nella regione più settentrionale), ma nessuno al momento sta conducendo un inventario esaustivo delle specie faunistiche e vegetali presenti sull'intero territorio nazionale.Al pari della flora, anche la fauna del Myanmar è strettamente legata alle caratteristiche geografiche e climatiche delle varie regioni del paese, per cui le specie autoctone della parte settentrionale sono prevalentemente di origine indocinese, mentre quelle stanziate nella parte meridionale sono tipiche dell'area della Sonda (Malesia, Sumatra, Borneo e Giava). La fauna della regione himalayana a nord del Tropico del Cancro (subito a nord di Lashio) è invece simile a quella che vive nel nord-est dell'India. La presenza di una vasta regione in cui queste tre aree si sovrappongono, e che va dalla zona di Myitkyina nel nord ai Monti di Bago nel centro, dimostra che il Myanmar possiede potenzialmente gli habitat adatti alle piante e agli animali delle tre zone.Tra i mammiferi più caratteristici, presenti in numero sempre più esiguo nelle foreste più fitte del paese, ricordiamo il Panthera pardus, il Prionailurus viverrinus, lo Paradoxurus hermaphroditus, la Herpestes javanicus e la Herpestes urva, l'Ursus arctos isabellinus, l'Ursus thibetanus, l'Helarctos malayanus, il Bos gaurus (bisonte indiano), il Bos javanicus (un tipo di bovino selvatico), il Capricornis (capra di montagna asiatica), il Sus scrofa, il Rusa unicolor (tipo di cervo), il Muntiacus (cervo abbaiatore), il Tragulidae (una specie di piccolo cervo), il Tapirus indicus, il Manidae, il Hylobatidae e il Macaca. Tra i mammiferi marini figurano Delphinidae e Dugong dugon.Circa 8000 Elephas maximus, grosso modo un terzo della popolazione mondiale, sono distribuiti su tutto il territorio del Myanmar. Rientrano in questa stima anche i circa 4000 pachidermi da lavoro che vengono prevalentemente utilizzati in agricoltura e nella raccolta del legname. Il numero di elefanti selvatici sta decrescendo rapidamente, soprattutto a causa del taglio indiscriminato del legname che porta alla distruzione del loro habitat naturale. Per ironia della sorte, gli elefanti addomesticati (spesso catturati da branchi che vivono in libertà) sono largamente utilizzati nell'industria del legname e contribuiscono a radere al suolo la foresta da cui dipende la vita dei loro cugini selvatici. Visto che l'industria dell'estrazione del legname cresce a ritmo esponenziale nel paese, si teme che il numero di elefanti allo stato brado possa solo diminuire in futuro.Tra i rettili e gli anfibi vanno annoverate quattro specie di Chelonioidea insieme a numerosi tipi di Serpentes: ben 52 specie di serpenti presenti nel paese sono velenosi, tra cui il Naja naja e il Ophiophagus hannah (amadriade), il Bungarus fasciatus, la Calloselasma rhodostoma, la Trimeresurus stejnegeri e la Daboia russelii. Il Myanmar ha dunque il primato mondiale per i serpenti velenosi endemici.Il Myanmar abbonda infine di avifauna, che comprende almeno 687 specie tra migratorie e stanziali. I corsi d'acqua delle zone costiere o interne del Delta dellIrrawaddy e della regione peninsulare meridionale costituiscono un habitat molto importante per gli uccelli acquatici del Sud-est asiatico. Due dei luoghi migliori per l'avvistamento sono il Monte Victoria, per accedere al quale, tuttavia, bisogna assumere una costosa guida governativa, e le terre umide di Moeyungyi, non lontano da Pegu e quindi facile meta di una gita fuori città.
Cultura
Content:
Arte
Content:
Letteratura
Content:Non è possibile parlare di letteratura birmana al singolare essendo ciascuna delle lingue principali del paese strumento di un'autonoma tradizione letteraria, sia popolare (poesia, fiabistica) sia colta. La letteratura religiosa dottrinaria e devozionale legata al Buddhismo vi ha comunque parte preponderante, almeno fino al XIX sec. Nel XX secolo, anche a seguito dell'esperienza coloniale e del contatto con l'Impero Britannico, si sono diffusi i generi "laici" del romanzo, del dramma, della novella. Gli autori contemporanei più noti internazionalmente si caratterizzano come tipici scrittori di denuncia, che tematizzano i problemi sociali e politici del paese. Tra di essi emerge la figura universalmente nota di Aung San Suu Kyi, Premio Nobel per la pace e animatrice dell'opposizione al regime militare, oltre che apprezzata scrittrice.
Musica
Content:La musica tradizionale birmana è melodiosa, ma senza armonia. Gli Strumento musicale includono un tamburo chiamato pat waing, uno xilofono di bambù chiamato pattala, piatto (strumento musicale), flauto, oboe e strumenti a corda, spesso organizzati in orchestre chiamate saing waing.] Il Saung, uno strumento a corda con una forma simile a una barca e corde di seta, ha sul "collo" disegnate delle immagini associate alla cultura e alla storia. Dal 1950 anche le canzoni occidentali si sono diffuse con successo, specialmente nelle grandi città.
Giorno Nazionale
Content:La data del Giorno Nazionale celebra il giorno della protesta dei primi studenti universitari birmani contro il sistema educativo inglese, ovvero il primo sciopero degli studenti all'Università di Rangoon che coincide con l'anniversario della rivolta contro il dominio britannico, nel 1920 che culminò con la Dichiarazione di indipendenza dal Regno Unito, col nome di Unione della Birmania, il 4 gennaio del 1948.La data della Giornata nazionale cambia ogni anno dato che si basa sul calendario birmano. Cade esattamente il decimo giorno dopo la prima luna piena del mese di Tazaungmon, il che significa che la ricorrenza nazionale può coincidere con un giorno compreso tra la metà di novembre e inizio di dicembre.
Sport
Content:Lo sport nazionale birmano è la Lethwei chiamata anche boxe birmana; è un'arte marziale simile alla Muay Thai thailandese e si differenzia da quest'ultima soltanto per una particolarità: possono essere usate anche le testate. Una disciplina tipicamente birmana, e praticata solo nei paesi indocinesi, è il chinlone: una sorta di danza effettuata da una squadra di 6 giocatori che compiono funamboliche acrobazie palleggiando con una palla di rattan in uno spazio ristretto.
Galleria d'immagini
Content:File:Irrawaddy2stop.jpg|Lungo il fiume Irrawaddy, Birmania centrale - 1999 File:Myanmar2000007.jpg|Monastero di Shwezingon, Bagan - Birmania, 1999 File:Inle655.jpg|Lago Inle, Birmania - 1999 File:Irrawaddy67.jpg|Lungo il fiume Irrawaddy, Birmania Centrale - 1999
Tradizioni
Content:Sebbene in Birmania esistano svariate culture indigene, quella dominante è principalmente quella Bamar. La cultura Bamar è stata influenzata da quelle degli stati confinanti. Ciò è manifestato nella sua cucina, nella letteratura, nella musica, nel teatro e nella danza. Le arti, soprattutto la letteratura, hanno come tema principale il Buddhismo Theravāda.In qualsiasi villaggio birmano tradizionale, il monastero è il centro della vita culturale e i monachesimo sono venerati anche dai laicismo. Per un ragazzo che diventa monaco si esegue una cerimonia chiamata shibyu ed è il suo più importante rito di crescita. Alla stessa età le ragazze svolgono delle cerimonie in cui si perforano i lobi delle orecchio (နားသွင်း, Nathwin). La cultura birmana è più evidente nei villaggi in cui queste cerimonie si compiono in tutto l'arco dell'anno, specialmente nelle pagoda.Il colonialismo britannico ha introdotto alcuni elementi occidentali, specialmente nell'educazione e negli edifici delle città come Yangon. In seguito all'attività missionario nelle minoranze Karen (etnia) e Shan è diffusa la cultura cristiani.]
Gastronomia
Content:La cucina birmana è stata influenzata dalla cucina indiana, Cucina cinese e Cucina thailandese. L'ingrediente principale della cucina è il riso (alimento). Sono inoltre mangiati Noodles (pasta) e pane. La cucina birmana utilizza spesso i gambero, i pesci, il maiale e il Ovis aries. Il Bos taurus, definito carne tabù, al contrario, viene mangiato solo raramente.File:Ngapi.JPG: Il condimento più diffuso, e quasi onnipresente nel cibo della Birmania meridionale, è lo ngapi, una pasta a base di pesce e/o gamberetti, seccati, sminuzzati, salati e lasciati maturare al sole fino a ottenere un prodotto dal sapore estremamente forte, simile alla salsa di pesce, molto comune anche negli altri paesi dell'Asia orientale o all'antico garum, noto all'epoca dei Latini. Sono anche usati vari tipi di curry, quali il curry e i capsicum. Il Mohinga, considerato piatto nazionale della Birmania, consiste di brodo di pesce-gatto al curry con farina di ceci, vermicelli di Riso (alimento) e salsa di pesce. La frutta tropicale è servita spesso come dessert. Le città importanti offrono una più ampia varietà di cucine tra cui quella Shan, la cinese e la indiana.
Note
Content:
Bibliografia
Content:@an0:Amitav@an1:Ghosh@an2:Estremi Orienti@an3:1998@an4:Einaudi@an5:Torinotraduttore:Nadotti Aisbn:88-06-14757-9@an0:Amitav@an1:Ghosh@an2:Il palazzo degli specchi@an3:2001@an4:Einaudi@an5:Torinotraduttore:Nadotti Aisbn:88-06-15939-9@an0:Gianni@an1:Limonta@an2:Birmania, Myanmar@an3:1998@an4:Leonardo Arteisbn:88-7813-261-6@an0:Luciano@an1:Magrini@an2:Dalla Birmania alle rovine di Angkor@an3:1928@an4:Bolla@an5:Milano@an0:Robert Reid;@an1:Grosberg Michael@an2:Myanmar (Birmania)@an3:2006@an4:E.D.T.@an5:Milanoedizione:5ªisbn:88-7063-869-3@an0:Corrado@an1:Ruggeri@an2:Bambini d'oriente@an3:1998@an4:Feltrinelliisbn:88-7108-142-0@an0:Giacinto Cosenza;@an1:Davide Ferrario@an2:Kó - Viaggio in Myanmar@an3:Ita/Eng@an4:2006@an5:Sirai@an0:Mariateresa@an1:Sivieri@an2:Viaggio in Myanmar. La Birmania dal feudalesimo alla dittatura attraverso il colonialismo@an3:2007@an4:CLEUP@an5:Padovaisbn:978-88-6129-076-1@an0:Andrew@an1:Marshall@an2:Birmania Football Club@an3:2004@an4:Instarisbn:88-461-0062-X@an0:Aldo@an1:Pavan@an2:Birmania. Sui sentieri dell'oppio@an3:2007@an4:Feltrinelliisbn:88-7108-218-4@an0:Alessandro@an1:Gilioli@an2:Premiata macelleria delle Indie@an3:2007@an4:Rizzoliisbn:88-17-01871-6@an0:Roberta@an1:Lodi Pasini e Gabriele Tamburini@an2:Il silenzio e i suoi colori@an3:2010@an4:Messaggerie Libri@an0:Alberto@an1:Arbasino@an2:Passeggiando tra i draghi addormentatieditore:Adelphianno:1997ISBN:88-459-1334-1
Letteratura
Content:
Voci correlate
Content:
Altri progetti
Content:
Collegamenti esterni
Content:@an0:Scheda di Myanmar dal sito Viaggiare Sicuri

References

BirmanoCentral Intelligence AgencyNaypyidawRepubblica parlamentareWin MyintPresidenteAung San Suu Kyi1948Regno Unito1948BangladeshIndiaCinaLaosThailandiaBirmaniAsiaUTC+6:30bordered|25pxConsiglio di Stato per la Pace e lo SviluppoIstituto Geografico MilitareAFIbirmano[ˌmjɑːnˈmɑStatoAsia sudorientalepenisola indocineseGolfo del Bengalamar delle AndamaneBangladeshIndiaCinaLaosThailandia2005YangonPyinmana2006NaypyidawRegno Unito1948colpo di Stato1962dittatura militare2010Aung San Suu KyiLega Nazionale per la Democrazia2012generali nel 20152017BamarbuddhistaRohingya20162011birmanoesonimi1988pronuncia dellinglese1989155pxlingua birmanaXIII secolo198919481989RangoonUnione europeaRegno UnitoStati Uniti dAmericaCanadaAustraliaONUASEANGiapponeCinaIndiaBBC2014BBCFinancial Times2008The New York Times1989Associated Press2006MonIrrawaddyI secolo a.C.PyuCinaIndia656IX secoloRegno di NanzhaoYunnanIrrawaddyTibetIX secolo849Regno di PaganAnawratha104410771100IndocinaRegno di PaganmongoliKublai Khan1364AvaInnwa1527ShanPeguRegno di Toungoo1531TabinshwehtiAsia Sud-Orientaleregno di Toungoo16131752Alaungpaya17521760Ayutthayaregno siameseHsinbyushin17661767SiamDinastia QingCina17661769regno di ThonburiArakanTenasserimguerre anglo-birmane182418261851185218851886britanniciIndia britannica1937seconda guerra mondialeinvasero la BirmaniaAung San1945Aung San194719471948Sao Shwe ThaikU NuchinkachinkarenmonshanCommonwealth1961U ThantNazioni UniteONU1962colpo di StatoNe Win19451948Cina1988rivolta 8888Saw Maung19891990Lega Nazionale per la DemocraziaAung San Suu KyiPremio Nobel per la pace1991Aung San Suu KyiAung San Suu Kyi19952000200220032010Miliziani dell'etnia Pao: YangonPyinmanaNaypyidaw2008si tennero nel 20101990Lega Nazionale per la DemocraziaAung San Suu KyiUeUsaHillary Clinton2011Thein Sein20122015elezioni parlamentari generaliLega Nazionale per la DemocraziaAung San Suu KyiBangladeshIndiaCinaThailandiaLaosIndocinaSud-est asiaticoIndonesiaItaliaAfghanistanZambiatropico del CancroCarta della Birmania: Himalayaforeste tropicaliTenasserimgolfo del BengalaIrrawaddygolfo di MartabanidrografiaIrrawaddydelta del fiumeSaluenteakChindwinMekongMar delle AndamaneGolfo del Bengalatsunami2004laghilago Inleclimamonsonicostagione invernaleventiestatecicloni tropicaliciclone tropicale Nargiscontinentalegruppi etnicibamarimmigrazionecinesipakistanithailandesiindiashanlingua tailahulingua tibeto-birmanakhmulingua mon-khmeryaolingua hmong-mien1921196419932001aspettativa di vitamortalità infantileanalfabetismoBamarShanKarenRakhineCinesiChinMonIndiaBuddhismo Theravāda.: theravādaCristianesimoKachinChinKarenprotestantibattisticattoliciIslamsunnitaRohingyaThe Irrawaddysinotibetanoaustronesianotai-kadaiindoeuropeobirmanokarenkachinchincineseshanMonpalaungvalingue austroasiatichepāliinglesebirmanolingue sinotibetaneanno milleCarta linguistica: Stati e regioni birmane: Divisione e zone auto-amministrate: etnia birmanashankarenNaypyidawStato RakhineStato ChinStato KachinCinaStato ShanStato KayahStato KarenStato MonRegione di SagaingRegione di TanintharyiRegione di AyeyarwadyRegione di YangonRegione di BagoRegione di MagwayRegione di MandalayTerritorio dellUnione di NaypyidawNaypyidawZona auto-amministrata DanuZona auto-amministrata KokangZona auto-amministrata NagaZona auto-amministrata Pa-OZona auto-amministrata Pa LaungDivisione auto-amministrata WadistrettitownshipbirmanowardNaypyidawYangonMandalayBaganPeguMoulmeinSagaingTavoyTenasserimPatheinTaunggyiShanscuolamonasteripaliBuddhismo TheravādaTatmadaw20182018veicoli blindatipezzi dartiglierianavivelivoli1990Coalizione Nazionale per lAmministrazione dellUnione della BirmaniaesilioRockville (Maryland)Stati UnitidemocraziaSein WinAung San Suu KyiNCGUBThein SeinConsiglio di Stato per la Pace e lo SviluppoThan Shweuomo forte19922011ministeriesercitoetnicheSindacatoAmnesty Internationaldiritti delluomo19891988rivolta 888819881990Aung San Suu Kyi1990Aung San Suu KyiPremio Nobel per la pace1991arresti domiciliariONU2005ASEANParlamentareCinaLega nazionale per la DemocraziaThein Seinelezioni1990Lega Nazionale per la DemocraziaAung San Suu Kyi2016Stati UnitiKarenShanUnione europeaumanitarioTotal2002TotalCorriere.itgas naturaleASEANdemocrazia2007MalaysiaConsiglio di Sicurezza dellONUkyatkyat: Yangon.: Kyateuronazioniprodotto interno lordoregione1948U Nu1962socialistaagricole1989economiagemmepetrolioselvicolturacolonierisoteckinfrastrutturedrogheautostradaIrrawaddyferrovieXIX secoloasfaltate20302000riso2005granomigliosorgopatatalegumicanna da zuccheroBagan.: oppioeroinamorfinaTriangolo doroTenasserimKarenShanlegnamiteakbambùcaucciùpetrolifereoleodottoRangoonzolfo2004BPgas naturaleAlgeriaItaliaRussiagas naturalegolfo di MartabanpiombozincostagnotungstenorubiniMogokTeckbanca centraleturismotemplimonasteriAung San Suu Kyi2020ThailandiaCinaIndiaGiapponeSingaporeMalaysiaAsia tropicaleforesta monsonicastagione seccaforesta pluvialeforeste monsonicheforesta pluvialeYangonMyitkyinaMyanmar peninsulareMawlamyineregione himalayanaTropico del Cancroforeste di latifoglie semidecidueconifere sempreverdiarbusti alpiniRakhaingTanintharyiforeste di mangroviepalmeibischicasuarinecannarattanTectona grandisbirmanoMarco Polomammiferispecie ornitologicherettilianfibitigrerinocerontepanda rossoBombay Natural History SocietyWildlife Conservation SocietyLashioMyitkyinaleopardogatto pescatorezibettomangusta indianamangusta granchivoraorso himalayanoorso nero asiaticoorso malesegaurbantengserowcinghiale selvaticosambarmuntjactragulotapiropangolinogibbonemacacomammiferi marinidelfinidugonghielefanti asiaticitartarughe marineserpenticobra comunecobra realekrait fasciatovipera malesevipera verdevipera di RussellDeltaBagoAung San Suu Kyistrumentitamburoxilofonocembaliflautioboestrumenti a corda195019201948LethweiMuay ThairattanLago InleUna donna Kayan: Una bimba: KayanThailandiacucinaletteraturamusicateatrodanzaBuddhismo TheravādavillaggiomonacilaiciorecchiepagodecolonialismoeducazionemissionariaKarenShancristianacucina indianacinesethailandeserisonoodlespanegamberipescimaialemontonemanzoLo ''ngapi'' è una pasta a base di pesce o gamberi secchi e salati, molto utilizzata in Birmania: garumLatinicurrymasalapeperoncini rossibrodocecirisopescefruttaShanASEANBuddhismo in BirmaniaChiesa cattolica in BirmaniaIndocinaImpero britannicoPartito Comunista della BirmaniaProstituzione in BirmaniaSud-est asiaticoTriangolo doroRohingyaCategoria:Birmania

Categories

wikitext-dom:<empty>