entity
id:4874740
revid:86788545
size:3897
Callipatera
OKNo issues detected

Abstract

Membro di una rinomata e potente famiglia aristocratica rodia, alla quale appartennero molti atleti, Callipatera è celebre come unica donna di cui sia stata tollerata la presenza nello stadio di Olimpia, nel quale era penetrata, all'insaputa delle autorità, durante gli agoni dei Giochi olimpici antichi. Il suo caso diede avvio alla tradizione regolamentare della nudità olimpica.
sections_text:
<empty>
Content:
Biografia
Content:File:Diagoras of Rodes.jpg: Callipatera faceva parte di una nobilissima famiglia di riconosciuta tradizione atletica dell'isola di Rodi, che dominarono l'isola per buona parte del V e agli inizi del IV secolo a.C., Enciclopedie on line, Istituto dellEnciclopedia italiana Treccani, gli Eratidai, o Diagoridi: quest'ultimo gentilizio proveniva dal padre della donna, il famoso e gigantesco Diagora di Rodi, alto due metri e ventiScoliasta a Pindaro, celebrato da PindaroAA.VV., I Giochi olimpici nella Grecia antica, 2004 (p. 280) in una famosa Odi (Pindaro) che i suoi compatrioti fecero incidere a lettere auree nel tempio di Athena LindiaAA.VV., I Giochi olimpici nella Grecia antica, 2004 (p. 281); suo figlio Pisidoras era un corridore; anche i suoi tre fratelli (tra cui Damageto, pugile, e Acusilao, Pancrazio), suo marito, e suo nipote erano atleti acclamati.È nota soprattutto per essere la prima donna sposata a non essere stata punita per aver contravvenuto al divieto di essere entrata in uno stadio. Rimasta vedova del marito, si fece carico dell'allenamento sportivo di suo figlio. Quando l'accompagna a Olimpia, si travestimento per farsi passare per l'allenatore, ma si tradisce nel momento della vittoria del figlio. Rapita dalla gioia, scavalca la barriera ma perde i suoi vestiti rimasti impigliati, rivelando la sua femminilità. Le autorità le risparmiano la punizione per rispetto di suo marito.Dopo questo incidente, si stabilì la norma secondo cui gli atleti e i loro allenatori, secondo regolamento, avrebbero dovuto concorrere nudi: questa regola rappresentò il primo test del sesso in una competizione agonistica.L'episodio di Callipatera ha ispirato un celebre sonetto Λορέντζου Μαβίλη, :el:s:Καλλιπάτειρα (da Wikisource in Lingua greca moderna di Lorenzo Mavilis (1860-1912), poeta Itaca e volontario garibaldino nelle camicie rosse di Ricciotti Garibaldi.
Note
Content:
Bibliografia
Content:@an0:Diagoridiarticolo:Diagoraspagina:999-1000autore:Philip Smithvolume:1url: http://www.perseus.tufts.edu/hopper/text?doc=Perseus%3Atext%3A1999.04.0104%3Aalphabetic+letter%3DD%3Aentry+group%3D9 Categoria:Sportivi greci antichi

Categories

wikitext-dom:<empty>