entity
id:5213512
revid:103132702
size:8607
Cuore
OKNo issues detected

Abstract

File:Heart rotating.gif Il cuore è un organo (anatomia) muscolare cavo, che costituisce il centro motore dell'apparato circolatorio e propulsore del sangue e della Linfa (zoologia) in diversi organismi animali, compresi gli Homo sapiens sapiens, nei quali è formato da un particolare tessuto (biologia), il miocardio ed è rivestito da una membrana, il pericardio.
sections_text:
<empty>
Content:
Cenni di embriologia
Content:Può originare da un abbozzo mesoderma ventrale, come negli anfibi, nella parte rostrale del celoma, oppure da due abbozzi pari, come nei mammiferi, che poi si uniscono medialmente. In entrambi i casi il primo abbozzo cardiaco è compreso nel mesentere ventrale che in seguito si dividerà in mesocardio dorsale e ventrale; successivamente entrambi spariranno per far spazio al tubo cardiaco che permane nella cavità pericardio, separatasi dalla cavità addome per lo sviluppo di un setto trasverso.In questa fase il cuore, che si trova lungo il decorso del vaso sanguifero mediano nella regione subfaringea, non ha ancora né Valvola cardiaca né altre suddivisioni: è rappresentato da un tubo con due pareti, una muscolare più esterna, miocardio, e una endoteliale più interna, endocardio.
Anatomia comparata
Content:Nei vertebrati l'apparato circolatorio presenta una complessità crescente dai pesce ai mammiferi, le modifiche che ha subito nel corso dell'evoluzione sono in relazione allo sviluppo di un apparato respiratorio sempre più efficiente.Nei pesce il cuore è costituito da un solo atrio (anatomia), che raccoglie il sangue povero di ossigeno proveniente da tutto il corpo, e un solo ventricolo, che raccoglie il sangue proveniente dall'atrio: esistono però un seno venoso nel punto di arrivo delle vena e un bulbo arterioso all'inizio delle arteria, quindi le camere sono in realtà quattro.File:Two chamber heart.svgLa circolazione in questi animali è definita semplice perché il sangue compie un intero ciclo passando una sola volta per il cuore, da dove raggiunge le branchia per essere ossigenato così da arrivare ai tessuto (biologia) trasportato dalle arterie. Dopo aver ceduto alle cellule l'ossigeno e aver prelevato il diossido di carbonio e i prodotti di rifiuto, il sangue torna verso l'atrio per mezzo delle vene. A questo punto torna nel ventricolo e da qui alle branchia: a questo punto il ciclo ricomincia.Nei vertebrati terrestri, mammiferi e uccelli, vi è una circolazione doppia (polmonare e sistemica), nella quale il sangue, nel corso di un ciclo completo, passa due volte per il cuore. Negli anfibi e nella maggior parte dei rettili il cuore ha due atri, ma un solo ventricolo così che i due tipi di sangue finiscono nell'unico ventricolo, qui si rimescolano parzialmente e riducono la quantità di ossigeno destinata ai tessuti; insieme all'aorta, alle arterie e vene polmonari esiste un’arteria pulmo-cutanea che porta il sangue alla pelle, dove il sangue circolante si ossigena. File: VaranusHeart1.png|Anatomia: RVH= atrio destro; LVH= atrio sinistro; KK= circolazione sistemica; LK= circolazione polmonare; SAK= valvole del setto atrioventricolare; CP= cavità polmonare. File: Heart3.png|Sistole: Frecce blu= sangue venoso, Frecce rosse= sangue arterioso File: VaranusHeart2.png|Diastole: Frecce blu= sangue venoso, Frecce rosse= sangue arterioso Solo nei coccodrilli i ventricoli sono separati, mentre l'aorta e l'arteria polmonare sono collegate dal forame di Panizza.Per ricapitolare i diversi tipi di circolazione, potremmo così riassumere:
Anatomia umana
Content:Negli Homo sapiens sapiens è posto al centro della Torace, precisamente nel mediastino anteriore fra i due polmone, dietro lo sterno e le cartilagini costola, che lo proteggono come uno scudo, davanti alla colonna vertebrale, da cui è separato dall'esofago e dall'aorta, e appoggiato sul diaframma (anatomia), che lo separa dai visceri sottostanti... Negli esseri umani il cuore ha la forma di un tronco di cono ad asse obliquo rispetto al piano sagittale: la sua base maggiore guarda in alto, indietro e a destra, mentre l'apice è rivolto in basso, in avanti e a sinistra;. pesa nell'adulto all'incirca 250-300 g, misurando 12cm in lunghezza, 9-10cm in larghezza e circa 6cm di spessore (si sottolinea che questi dati variano con età, sesso e costituzione fisica).
Fisiologia
Content:Il cuore è costituito dalle cellule del miocardio, tipicamente striate, che si occupano della contrazione e dalle cellule auto ritmiche non contrattili, da cui origina lo stimolo di contrazione. Le cellule auto ritmiche possiedono la capacità di auto depolarizzarsi, grazie all'apertura Canale del sodio (detti funny), che spostano il potenziale di membrana verso valori più positivi, consentendo l'apertura dei Canale del calcio. L'ingresso di calcio nella cellula è prolungato e porta il potenziale a stabilizzarsi su valori positivi per qualche millisecondo, generando un plateau. Il segnale termina grazie all'apertura dei Canale del potassio, che riportano il potenziale di membrana a valori negativi e consentono ai canali funny di aprirsi nuovamente. La contrazione del miocardio inizia grazie all'ingresso nel calcio della cellula, che provoca la fuoriuscita di altro calcio dal reticolo sarcoplasmatico e quindi la contrazione.
Il cuore nelle culture umane
Content:Nell'antichità classica (anche per il filosofo e scienziato Aristotele) il cuore era ritenuto sede della memoria. Il verbo ricordare deriva infatti dal verbo latino recordari e questo dal sostantivo cŏr (genitivo cŏrdis), cuore (come sede della memoria) col suffisso re- di movimento all'incontrario: quindi, propriamente, rimettere nel cuore (= nella memoria).Dizionario etimologico della lingua italiana, di Manlio Cortelazzo e Paolo Zolli, ed. Zanichelli Ancora oggi l'espressione "a memoria" si traduce par coeur in francese, by heart in inglese e de cor in portoghese ("coeur", "heart" e "cor" significano "cuore").Particolarmente cruento era il sacrificio del cuore nel mondo azteco. Gli Aztechi prendevano un cuore, estratto ancora palpitante dalle vittime sacrificali umane, e lo offrivano agli dei.
Note
Content:
Bibliografia
Content:autore:Léo Testutwkautore:Jean Léo Testutautore2:André Latarjettitolo:Trattato di anatomia umana. Anatomia descrittiva e microscopica – Organogenesivolume:2capitolo:Miologia-Angiologiacittà:Torinoeditore:UTETed:5anno:1973cid:Testut-Latarjetisbn:nonome:Silviocognome:Fioccaetal:sititolo:Fondamenti di anatomia e fisiologia umanaeditore:Sorbonacittà:Napolianno:2000ed:2pp:189-277cid:fioccaisbn:88-7150-024-5
Altri progetti
Content:
Collegamenti esterni
Content:@an0:cuore

Links

Categories

wikitext-dom:<empty>